Trieste e l’Oriente

Piano Terra

Le prime due sale del Museo (Sale I.1, I.2) assumono una funzione introduttiva ed evocano i rapporti tra Trieste e l’Oriente, storicamente intercorsi sin dal XVIII secolo. Ma è soprattutto nel XIX secolo che, per vocazione marittima e commerciale, Trieste guarda al Levante e al Sud mediterraneo e da lì, oltre Suez, dirige le navi del Lloyd verso mete più lontane: l’India, i paesi dell’Asia orientale, la Cina e il Giappone. Rotte e inclinazioni sono testimoniate dall’eterogeneo materiale esposto e dall’allestimento che evoca un’attrazione peculiare nella Trieste tra 1840 e 1890: il Gabinetto Cinese Wünsch.